Visione strategica e obiettivi futuri di Chiasso — cosa vuol fare l’Esecutivo?

img_4113
Egregio Signor Sindaco,
Gentili Signore e Egregi Signori Municipali,

con la presente, in virtù delle facoltà concesse dalla LOC (art. 65) e dal Regolamento Comunale (art. 36) ci permettiamo di inoltrare la seguente INTERROGAZIONE dal titolo: “Visione strategica e obiettivi futuri di Chiasso — cosa vuol fare l’Esecutivo?”

In un periodo contraddistinto da innumerevoli incertezze e inquietudini, i cittadini iniziano a sentirsi un po’ confusi. Da una parte per ciò che li attende in futuro in termini di qualità di vita, di sicurezza economica e sociale. Dall’altra, in merito alle prospettive del loro far parte di una comunità che si sviluppa e vive in sintonia con il proprio territorio.
Da diverso tempo si percepisce un senso di abbandono e, per taluni, addirittura di rassegnazione a Chiasso. Numerosi sono infatti i chiassesi che si interrogano sul ruolo che vuole avere il Comune nel contesto territoriale che evolve e muta costantemente.

Mentre altri Comuni hanno deciso di ritagliarsi un ruolo da protagonista, mettendo in atto una serie di azioni che permettono loro di affrontare con la necessaria forza propulsiva le innumerevoli sfide che li attendono, il nostro Municipio pare silente e poco reattivo. Anzi, pare ancora disorientato dagli scossoni di un settore bancario in evidente affanno — e che non sarà mai più trainante come lo era fino al recente passato —, dalla composizione della struttura sociale che ha visto una crescita esponenziale di famiglie con redditi bassi e in regime assistenziale, da un generale fuggi-fuggi di commerci dal Corso, dalla presenza — imbarazzante a volte — di società fittizie slegate dalla nostra realtà, dal graduale cambiamento portato dalle FFS nel comparto ferroviario che potrebbe portare a delle nuove opportunità e infine dai fatti di cronaca che ben poche volte lasciano spazio ai media di spendere parole sui pregi di Chiasso.

Chiaramente ogni realtà territoriale ha problematiche diverse. Per rispondere puntualmente e assecondando le proprie peculiarità Lugano ha stilato un documento chiamato “Lugano Orizzonte 2025”, che vuole definire “[…] le linee di sviluppo […] e gli obiettivi operativi fino al 2025. […] [U]n punto di partenza, una piattaforma che presenta le scelte fondamentali fatte dal Municipio e che, già nell’immediato, segneranno in maniera visibile il futuro della città, proiettandola con una visione chiara in una progettualità coerente”. Anche Mendrisio ha recentemente diffuso un documento analogo, chiamato “Strategie Mendrisio 2030”, e che propone gli “[o]biettivi strategici per lo sviluppo sostenibile della Città di Mendrisio” e tramite il quale il Municipio “[…] possa orientarsi al meglio assicurando uno sviluppo armonioso e sostenibile della Città di Mendrisio e garantendo una buona qualità di vita”.

Fino alle elezioni quasi tutte le compagini partitiche di Chiasso hanno avanzato programmi di rilancio contemplanti visioni per un orizzonte da qui ai prossimi 5-20 anni. Proposte, suggerimenti e obiettivi strategici che siamo sicuri non si limitavano a essere semplici strumenti di campagna elettorale e ai quali sicuramente i singoli esponenti fanno affidamento.

Per questo motivo, dopo diversi mesi dall’insediamento della nuova compagine municipale e in risposta alle crescenti e lecite preoccupazioni dei cittadini di Chiasso, siamo a chiedere:

Esiste un documento che contempli la visione, gli obiettivi strategici e gli obiettivi di sviluppo di Chiasso di breve, medio e di lungo periodo, che possa fungere da linea guida per esempio per l’elaborazione del Piano degli investimenti e del Piano strategico territoriale comunale?
Se non dovesse essere il caso, non ritiene il Municipio utile definire una visione, dei chiari obiettivi e indicare quale potrebbe essere la direzione di sviluppo del Comune?
Quali potrebbero essere le tempistiche per lo sviluppo del documento?
Quali tappe potrebbero essere raggiunte e con quale tempistica?
Quali potrebbero essere gli attori coinvolti nell’elaborazione della strategia?

In attesa di una vostra risposta entro i termini previsti (art. 36 RC), porgiamo i sensi della nostra stima.

I Consiglieri comunali Barbara Vannin (PLR), Claudio Schneeberger (Lega), Denise Maranesi (PS), Giorgio Fonio (PPD).

Intervista de La Regione del 21.10.16 (pdf).